XDE Blog

Search
Posts Are Coming Soon
Stay tuned...
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Instagram
  • YouTube

Vicon Hardware

E' nostra intenzione ampliare il laboratorio sia in termini di volume che di complessità della tipologia di cattura, ci sono dei limiti nel numero di camere amissibili?


No non abbiamo limiti al numero di camere, nel mondo esistono sistemi con oltre 250 camere.




Nel caso di un numero sufficiente di camere è possibile dividere il laboratorio in due o più sotto-volumi indipendenti per poter eseguire acquisizioni in parallelo o dello stesso genere o di generi diversi? (ad esempio arto inferiore e arto superiore).


Si è possibile. Nel caso fosse possibile, c'è bisogno di componenti aggiuntivi? Per dividere in due laboratori separati occorre un PC ed uno switch PoE aggiuntivo In quanto tempo è possibile eseguire il setup dei due sottosistemi?

Il tempo necessario al posizionamento delle camere e alla regolazione delle ottiche




E' possibile collegare all'interno dello stesso sistema camere e/o dispositivi Vicon di generazioni diverse? E' possibile realizzare un setup misto?


Le camere e i dispositivi Vicon presentano delle uniche caratteristiche di retrocompatibilità. In particolare le seguenti linee di camere sono tra di esse compatibili:

Bonita (Bonita 3, Bonita 10, Bonita Video) (fuori produzione)

Vero (Vero1.3, Vero2.2, VeroX, Vertex, Vue)

Vantage (V5, V8, V16)

T-Series* (fuori produzione)

MX* (fuori produzione)

*: Necessaria unità MX Giganet




A quale risoluzione e frequenza può funzionare una camera video VUE?


Le camere video a colori Vue possono acquisire immagini in fullHD (1920 x 1080 pixel) fino a 60 fps, in HD (1280 x 720 pixel) fino a 120 fps, che rappresenta la massima velocità di acquisizione della camera.




E' possibile visualizzare l'immagine video sovrapposta all'ambiente 3D?


Sì, è possibile attraverso la calibrazione simultanea delle camere video e delle camere optoelettroniche, attraverso l'utilizo di una wand di calibrazione a led attivi (active wand). La visualizzazione delle immagini video standard o sovrapposte all'ambiente 3D è possibile all'interno dello stesso software (Nexus), attraverso il quale è anche possibile esportare i filmati registrati, sia in formato standard sia con l'ambiente 3D sovrapposto





AMTI

Le pedane possono essere usate in modalità stand alone al di fuori del software di acquisizione cinematico?


Si, esiste il software proprietario AMTI




È possibile avere una uscita analogica dei segnali delle pedane in tempo reale?


Gli amplificatori AMTI Optima forniscono nativamente sia un'uscita digitale attraverso interfaccia USB, sia uscita analogica




È possibile integrare le pedane all’interno di un software custom mediante SDK in tempo reale?


Si, tramite una integrazione analogica per esempio o l’sdk fornito da vicon leggendo i dati provenienti dallo streaming Nexus.

AMTI inoltre fornisce una propria SDK per lo sviluppo di applicazioni stand alone personalizzate




Le pedane di forza AMTI hanno una certificazione, oltre che di dispositivo medico, di un ente che ne certifichi la precisione?


Si sono certificate ASTM





APDM


Cometa

La frequenza massima di acquisizione/campionamento è 1KHz?


No la frequenza di acquisizione è di 2KHz




È possibile effettuare un upgrade a 32 canali?


Si è possibile tramite l’acquisto di una seconda base ricevente e di altre sonde




È possibile avere comunque una uscita analogica dei segnali EMG in tempo reale?


Si, la base ricevente, se abilitata fornisce i segnali analogici in tempo reale con una latenza fissa di 14ms




Fino a quante ore si può registrare in modalità “holter” sulla memoria interna di ciascun trasmettitore?


Fino a 8 ore




E' possibile integrare i segnali in un software custom in tempo reale?


Si, esiste una SDK fornita dal costruttore oppure tramite integrazione analogica




Le sonde waterproof sono certificate?


Si, le sonde waterproof sono certificate IPX7





Vicon Software

Nexus lavora in tempo reale? E' possibile vedere la ricostruzione 3D labelizzata in tempo reale?


Si, è possibile avere sia la ricostruzione che la labelizzazione, anche di markerset personalizzati, in tempo reale, con evidente risparmio di tempo in quanto il controllo di qualità sul dato viene effettuato direttamente durante l'acquisizione.




È possibile fornire segnali di bio-feedback al paziente in tempo reale, utilizzando diverse tipologie di segnali (posizione marcatori, segnali analogici, dati EMG, dati delle pedane di forza, misure derivate dalla ricostruzione 3D)?


Tramite la funzione Monitor è possibile generare azioni diverse al variare delle grandezze prese in esame, come ad esempio, riprodurre dei suoni o individuare degli eventi ritenuti importanti nell’ambito del task motorio analizzato




Esiste un SDK per prelevare i dati in tempo reale e sviluppare interfacce personalizzate per applicazioni specifiche?


Si, esiste ed è gratuita. Il SDK di Vicon è compatibile con ambienti Windows, Linus, MacOS e con i più diffusi linguaggi di programmazione (C++, C#, .NET, Visual Basic) e le più diffuse piattaforme di analisi dati e simulazione (Matlab, Simulink, Labview)




Il vostro sistema è dotato di sistema di autolabeling? Se si anche in tempo reale?


Si, per tutti tipi marker set, anche custom senza dover implementare alcuna riga di codice aggiuntivo.




È possibile usare i dati in streaming o catturati in tempo reale per poterli inserire in ambienti grafici (Unity e Unreal) per la realizzazione di ambienti immersivi di realtà virtuale?


Si certamente




È possibile utilizzare il sistema con i principali visori immersivi attualmente in commercio?


Assolutamente si, il sistema è compatibile con il visore Oculus e con il sistema HTC Vive. Altre integrazioni sono in fase di sviluppo




Qual è il numero massimo di soggetti che è possibile catturare all’interno di un trial sia in tempo reale che, eventualmente, offline?


Teoricamente non esistono limiti al numero di soggetti e oggetti "catturabili" all'interno di una sessione. Ultimamente è stata realizzata una acquisizione con 35 soggetti full body in tempo reale (guarda il video)




Nel caso di singolo operatore è possibile automatizzare le acquisizioni in modo da garantire un minimo grado di assistenza al paziente, ove necessario? Se si, con quali metodi?


Esistono diversi modi per rendere autonomo un operatore:
1) tramite l'utilizzo di trigger

2) tramite l'utilizzo dei monitor

3) mediante il numero di marker che vengono labellizzati quando il soggetto entra/ esce dal volume di misura

4) mediante l’APP mobile Vicon Control gratuita e compatibile con Android e iOS




Esiste una latenza temporale tra un trial di acquisizione e quello successivo? Questo elemento è molto importante perché molti soggetti hanno problemi di deambulazione e dover stare fermi tra una acquisizione e l’altra potrebbe rendere più lungo e complesso l’esame.


No non esistono latenze significative, nel momento in cui viene fermata una registrazione, il sistema è immediatamente pronto a farne ripartire una successiva.




Durante la fase di post processing dei trial acquisiti, in caso di buchi nella ricostruzione della posizione dei marcatori, in che modo questi vengono rilevati e segnalati all’operatore da Nexus e quali sono i metodi di intervento previsti dal software?


Terminata la ricostruzione 3D in post processing viene fornita l’informazione in tre modalità differenti:

  1. Una tabella dove vengono segnalati, per ogni marker, il numero di gap e la loro lunghezza massima.
  2. Nella barra temporale, è fornito un feedback visivo in gradazione di gialli sul sulla quantità di gap presenti
  3. Nel tabs della qualità di registrazione vengono forniti, per ogni marcatore il numero totale di traiettorie, quanti gaps, e la percentuale di gaps totale
Il software prevede 5 metodi di intervento che sono:

1) Spline Fill

2) Pattern Fill

3) Rigid Body Fill

4) Kinematic Fill

5) Cycling Fill




Durante la fase di post processing è possibile vedere in anteprima la ricostruzione delle traiettorie mancanti?


Si, per ogni metodo di gap filling viene visualizzata un'anteprima nello spazio 3D che permette di capire come verrà ricostruita la traiettoria mancante




Una volta eseguito il post processing di una prova è possibile verificare il corretto workflow mediante un documento di log?


Si, esiste una sezione di Nexus chiamata “History” che permette sempre di risalire alla storia di elaborazione di ciascuna prova




È possibile fare una sequenza di post processing su più prove selezionate in automatico?


Si, mediante la funzione Batch Processing di Nexus




È possibile organizzare i miei dati e creare database specifici per il tipo di acquisizioni e/o di soggetti?


Si, non ci sono limiti al numero di data base realizzabili, facilmente richiamabili con pochi click




All’interno di un singolo data base è possibile fare ricerche per trovare soggetti con dei requisiti specifici? (ad esempio: range articolari particolari)


Si, grazie alla funzione di ricerca avanzata è possibile cercare prove anche in base ai valori delle grandezze ricavate come, per esempio, al range di flesso estensione di una articolazione




È possibile scambiare interi database o sessioni di valutazione con eventuali partner tecnici?


Certamente, il data base è basato su una organizzazione a cartelle molto semplice, per scambiare i dati basta semplicemente trasferire la cartella principale, o anche una singola sottocartella, per avere i dati a disposizione all’interno del software





Vicon Hardware

E' nostra intenzione ampliare il laboratorio sia in termini di volume che di complessità della tipologia di cattura, ci sono dei limiti nel numero di camere amissibili?


No non abbiamo limiti al numero di camere, nel mondo esistono sistemi con oltre 250 camere.




Nel caso di un numero sufficiente di camere è possibile dividere il laboratorio in due o più sotto-volumi indipendenti per poter eseguire acquisizioni in parallelo o dello stesso genere o di generi diversi? (ad esempio arto inferiore e arto superiore).


Si è possibile. Nel caso fosse possibile, c'è bisogno di componenti aggiuntivi? Per dividere in due laboratori separati occorre un PC ed uno switch PoE aggiuntivo In quanto tempo è possibile eseguire il setup dei due sottosistemi?

Il tempo necessario al posizionamento delle camere e alla regolazione delle ottiche




E' possibile collegare all'interno dello stesso sistema camere e/o dispositivi Vicon di generazioni diverse? E' possibile realizzare un setup misto?


Le camere e i dispositivi Vicon presentano delle uniche caratteristiche di retrocompatibilità. In particolare le seguenti linee di camere sono tra di esse compatibili:

Bonita (Bonita 3, Bonita 10, Bonita Video) (fuori produzione)

Vero (Vero1.3, Vero2.2, VeroX, Vertex, Vue)

Vantage (V5, V8, V16)

T-Series* (fuori produzione)

MX* (fuori produzione)

*: Necessaria unità MX Giganet




A quale risoluzione e frequenza può funzionare una camera video VUE?


Le camere video a colori Vue possono acquisire immagini in fullHD (1920 x 1080 pixel) fino a 60 fps, in HD (1280 x 720 pixel) fino a 120 fps, che rappresenta la massima velocità di acquisizione della camera.




E' possibile visualizzare l'immagine video sovrapposta all'ambiente 3D?


Sì, è possibile attraverso la calibrazione simultanea delle camere video e delle camere optoelettroniche, attraverso l'utilizo di una wand di calibrazione a led attivi (active wand). La visualizzazione delle immagini video standard o sovrapposte all'ambiente 3D è possibile all'interno dello stesso software (Nexus), attraverso il quale è anche possibile esportare i filmati registrati, sia in formato standard sia con l'ambiente 3D sovrapposto





AMTI

Le pedane possono essere usate in modalità stand alone al di fuori del software di acquisizione cinematico?


Si, esiste il software proprietario AMTI




È possibile avere una uscita analogica dei segnali delle pedane in tempo reale?


Gli amplificatori AMTI Optima forniscono nativamente sia un'uscita digitale attraverso interfaccia USB, sia uscita analogica




È possibile integrare le pedane all’interno di un software custom mediante SDK in tempo reale?


Si, tramite una integrazione analogica per esempio o l’sdk fornito da vicon leggendo i dati provenienti dallo streaming Nexus.

AMTI inoltre fornisce una propria SDK per lo sviluppo di applicazioni stand alone personalizzate




Le pedane di forza AMTI hanno una certificazione, oltre che di dispositivo medico, di un ente che ne certifichi la precisione?


Si sono certificate ASTM





APDM


Cometa

La frequenza massima di acquisizione/campionamento è 1KHz?


No la frequenza di acquisizione è di 2KHz




È possibile effettuare un upgrade a 32 canali?


Si è possibile tramite l’acquisto di una seconda base ricevente e di altre sonde




È possibile avere comunque una uscita analogica dei segnali EMG in tempo reale?


Si, la base ricevente, se abilitata fornisce i segnali analogici in tempo reale con una latenza fissa di 14ms




Fino a quante ore si può registrare in modalità “holter” sulla memoria interna di ciascun trasmettitore?


Fino a 8 ore




E' possibile integrare i segnali in un software custom in tempo reale?


Si, esiste una SDK fornita dal costruttore oppure tramite integrazione analogica




Le sonde waterproof sono certificate?


Si, le sonde waterproof sono certificate IPX7





Vicon Software

Nexus lavora in tempo reale? E' possibile vedere la ricostruzione 3D labelizzata in tempo reale?


Si, è possibile avere sia la ricostruzione che la labelizzazione, anche di markerset personalizzati, in tempo reale, con evidente risparmio di tempo in quanto il controllo di qualità sul dato viene effettuato direttamente durante l'acquisizione.




È possibile fornire segnali di bio-feedback al paziente in tempo reale, utilizzando diverse tipologie di segnali (posizione marcatori, segnali analogici, dati EMG, dati delle pedane di forza, misure derivate dalla ricostruzione 3D)?


Tramite la funzione Monitor è possibile generare azioni diverse al variare delle grandezze prese in esame, come ad esempio, riprodurre dei suoni o individuare degli eventi ritenuti importanti nell’ambito del task motorio analizzato




Esiste un SDK per prelevare i dati in tempo reale e sviluppare interfacce personalizzate per applicazioni specifiche?


Si, esiste ed è gratuita. Il SDK di Vicon è compatibile con ambienti Windows, Linus, MacOS e con i più diffusi linguaggi di programmazione (C++, C#, .NET, Visual Basic) e le più diffuse piattaforme di analisi dati e simulazione (Matlab, Simulink, Labview)




Il vostro sistema è dotato di sistema di autolabeling? Se si anche in tempo reale?


Si, per tutti tipi marker set, anche custom senza dover implementare alcuna riga di codice aggiuntivo.




È possibile usare i dati in streaming o catturati in tempo reale per poterli inserire in ambienti grafici (Unity e Unreal) per la realizzazione di ambienti immersivi di realtà virtuale?


Si certamente




È possibile utilizzare il sistema con i principali visori immersivi attualmente in commercio?


Assolutamente si, il sistema è compatibile con il visore Oculus e con il sistema HTC Vive. Altre integrazioni sono in fase di sviluppo




Qual è il numero massimo di soggetti che è possibile catturare all’interno di un trial sia in tempo reale che, eventualmente, offline?


Teoricamente non esistono limiti al numero di soggetti e oggetti "catturabili" all'interno di una sessione. Ultimamente è stata realizzata una acquisizione con 35 soggetti full body in tempo reale (guarda il video)




Nel caso di singolo operatore è possibile automatizzare le acquisizioni in modo da garantire un minimo grado di assistenza al paziente, ove necessario? Se si, con quali metodi?


Esistono diversi modi per rendere autonomo un operatore:
1) tramite l'utilizzo di trigger

2) tramite l'utilizzo dei monitor

3) mediante il numero di marker che vengono labellizzati quando il soggetto entra/ esce dal volume di misura

4) mediante l’APP mobile Vicon Control gratuita e compatibile con Android e iOS




Esiste una latenza temporale tra un trial di acquisizione e quello successivo? Questo elemento è molto importante perché molti soggetti hanno problemi di deambulazione e dover stare fermi tra una acquisizione e l’altra potrebbe rendere più lungo e complesso l’esame.


No non esistono latenze significative, nel momento in cui viene fermata una registrazione, il sistema è immediatamente pronto a farne ripartire una successiva.




Durante la fase di post processing dei trial acquisiti, in caso di buchi nella ricostruzione della posizione dei marcatori, in che modo questi vengono rilevati e segnalati all’operatore da Nexus e quali sono i metodi di intervento previsti dal software?


Terminata la ricostruzione 3D in post processing viene fornita l’informazione in tre modalità differenti:

  1. Una tabella dove vengono segnalati, per ogni marker, il numero di gap e la loro lunghezza massima.
  2. Nella barra temporale, è fornito un feedback visivo in gradazione di gialli sul sulla quantità di gap presenti
  3. Nel tabs della qualità di registrazione vengono forniti, per ogni marcatore il numero totale di traiettorie, quanti gaps, e la percentuale di gaps totale
Il software prevede 5 metodi di intervento che sono:

1) Spline Fill

2) Pattern Fill

3) Rigid Body Fill

4) Kinematic Fill

5) Cycling Fill




Durante la fase di post processing è possibile vedere in anteprima la ricostruzione delle traiettorie mancanti?


Si, per ogni metodo di gap filling viene visualizzata un'anteprima nello spazio 3D che permette di capire come verrà ricostruita la traiettoria mancante




Una volta eseguito il post processing di una prova è possibile verificare il corretto workflow mediante un documento di log?


Si, esiste una sezione di Nexus chiamata “History” che permette sempre di risalire alla storia di elaborazione di ciascuna prova




È possibile fare una sequenza di post processing su più prove selezionate in automatico?


Si, mediante la funzione Batch Processing di Nexus




È possibile organizzare i miei dati e creare database specifici per il tipo di acquisizioni e/o di soggetti?


Si, non ci sono limiti al numero di data base realizzabili, facilmente richiamabili con pochi click




All’interno di un singolo data base è possibile fare ricerche per trovare soggetti con dei requisiti specifici? (ad esempio: range articolari particolari)


Si, grazie alla funzione di ricerca avanzata è possibile cercare prove anche in base ai valori delle grandezze ricavate come, per esempio, al range di flesso estensione di una articolazione




È possibile scambiare interi database o sessioni di valutazione con eventuali partner tecnici?


Certamente, il data base è basato su una organizzazione a cartelle molto semplice, per scambiare i dati basta semplicemente trasferire la cartella principale, o anche una singola sottocartella, per avere i dati a disposizione all’interno del software





  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Instagram
  • YouTube

©2020 by XDE Logistics Inc